28° giorno del 5° mese, 2009 Dopo la Caduta

– perché no? il mare dev’essere stupendo!
– Sei un contadino, Ephraim, come me, come i nostri padri ed i nostri avi, e questa è la tua terra!
– Già e la lavoro per quella cricca di imbellettati damerini spaccandomi la schiena sotto il sole!
– Le tasse ci sono sempre state, lo sai…
– Si ma mai così alte e così….casuali, diciamo.
– In fondo ora siamo liberi dalle catene che la guerra con Shagrat ci aveva forgiato…
– Non liberi da tutte le nostre catene, vecchio mio, quelle più antiche sono rimaste ed anzi tocca tirarle, riprendiamo l’aratura, vieni tu a destra, a questo passaggio?
– Mmm…si…..per nave dicevi…in effetti…chissà se il remo è poi così faticoso….
– Ahah tira Elkas, che tra un po’ sarà come esserci, sotto il sole a picco.