5° giorno del 9° mese, 2009 dopo la caduta

Ricordo quel giorno:

"Papà! Ripetimi il codice! Dai! Ripetimelo!"
"Mai la menzogna sarà sulle labbra del cavaliere poiché è nella luce della verità che si trova la vera grandezza
Il Cavaliere protegge il proprio Onore e quello del Ducato a cui appartiene anche a costo del proprio orgoglio evitando in maniera assoluta comportamenti che possano metterlo in cattiva luce poiché un uomo non è nulla se non è in grado di guadagnarsi il rispetto dei suoi simili
Un Cavaliere rispetta sempre le leggi delle terre in cui si reca poiché chi non è in grado di seguire le leggi o le travia a proprio vantaggio è indegno di essere accettato tra le genti civili
Un Cavaliere non colpisce mai a tradimento un nemico, ma prima lo sfida dichiarando il proprio nome affinché questi sappia il motivo per cui viene attaccato, non c’è onore a combattere un nemico ignaro
Un Cavaliere protegge i deboli e gli indifesi poiché è per difendere loro che esistono gli uomini d’arme"
"E’ meraviglioso! E anche il mio Papà! Il Mio Papà è un grande cavaliere che sconfigge i cattivi!

Il cuore mi si stringe nel petto. Cerco di focalizzare il suo volto sorridente, ma la sua immagine pallida con gli occhi vacui segnati dalle lacrime asciutte mi violenta la mente.
E anche quella di lei….. che incarnava la bellezza e la purezza degli uomini. Aveva i capelli biondi come il grano e morbidi come l’ovatta…. ma io rammento solo il sangue che li imbrattava.

Ogni uomo ha la propria condanna. La mia è quella di vivere oltre questi ricordi.

Sir Vandash Bith