13/01/10 Velis Vogue: Verde che passione!

velis vogue 2510 small

 

Verde che passione!
Velis Vogue, anno 2510 d.f. ed. speciale dai territori aoiti
“Chi di verde si veste, di sua beltà si fida”, cita un antico proverbio velisiano, e come dargli torto?
È estremamente difficile portare con disinvoltura l’abito eletto di madre natura; tuttavia, in questa nuova stagione, in cui tutto sembra perduto e il domani si staglia incerto davanti ai nostri occhi, la moda si colora di speranza e il Verde diventa simbolo di rinascita, della voglia di combattere e di lottare. Il gelo senza fine potrà forse piegare i nostri corpi ma non potrà mai schiacciare lo spirito velisiano, così al bianco sterile dell’inverno senza fine gli stilisti contrappongono il verde della primavera, che si sa arriva sempre ed è tanto più rigogliosa quanto più l’inverno è stato rigido.
Declinato tanto nelle tonalità più scure dei boschi del nord che in quelle luminose e brillanti dei prati estivi, dal color giada allo smeraldo, passando per la frutta più prelibata, il verde entra a pieno titolo nel guardaroba maschile e femminile, trasformandosi nel nuovo dictat del 2510. Colora abiti da sera, da mattinee o da cocktail, sfiziosi boleri o giacche eleganti, tuniche o tabarri; non fa differenza di tessuto o materiale: pelliccia, lana, velluto o seta; imbratta persino gli accessori: borse, guanti, scarpe e gioielli.
Quando si dice evergreen
La moda di questo inverno vuole che lo si porti da solo oppure abbinato al nero, al grigio, al marrone o , per i più audaci, all’oro che lo illumina e ne esalta il carattere deciso.
Il verde è un colore che ha sicuramente bisogno di coraggio, ma non di molto altro, poiché veste già da solo con il suo carattere, se non osate una tenuta “sempreverde” potete indossare pochi accessori accostati ad una mise tinta unita, ma attenzione poiché gli accessori devono essere almeno due, scarpe e cintura, guanti e borsa, mantella e cappello, poiché uno solo sa di codardia e questo non è tempo di vigliacchi.
Il consiglio di Velis Vogue è di adattarlo alla propria carnagione: le tonalità più chiare e shocking come il lime o il verde acido si addicono alle more con carnagione scura, mentre alle bionde con pelle chiara dona molto la gradazione più scura del verde foresta.
Ovviamente d’obbligo il verde smeraldo per le rosse.
L’idea in più per tutte è di accostarlo a gioielli o accessori color oro.