23° giorno, 1° mese, 2010 Dopo la Caduta

"Fatemi capire bene. La Regina è quindi viva e noi continuiamo a non sapere dove andare? Gli Aoiti non mostrano riconoscenza?"
"Non è così semplice Portavoce Edeenia. Non tutti gli Aoiti sono a conoscenza della resurrezione reale. E' un popolo semplice che conosce molto poco la magia e quasi per nulla gli dei. Occorrerà tempo e costanza da parte dei Reali per convincerli che la Regina non sia una strega o qualcosa di simile"
"Quindi?"
"Quindi siamo ancora profughi, per il momento. Ma le acque si sono mosse a nostro favore… e probabilmente continueranno a farlo. Intanto Re e Regina ci hanno prorogato il tempo di permamenza. Come avete visto, nonostante il tempo stabilito di 110 giorni per andarcene sia scaduto da tempo non abbiamo ricevuto attacchi. E gli accampamenti principali sono ancora in smantellamento."
"Beh, non vedo vantaggi in questo. E' legittimo pensare che nemmeno loro abbiano voglia di perdere uomini in una guerra. Vedono che stiamo smontando e se ne stanno buoni."
"Vero Dux, ma non è solo questo. Ci hanno dato alcune carte vincenti da usare, in attesa che il popolo aoita capisca quello che è successo. Come ben sapete esiste un altro luogo dove il freddo fatica ad avanzare. E' a quasi 20 giorni da qui. Gli Aoiti dicono che l'area è particolarmente adatta per accamparci tutti quanti. I cacciatori sanno arrivarci, ma ci hanno avvertito della presenza di un popolo di bestie ingannatrici e mutaforma."
"Ora sono io che non capisco. Gli Aoiti con questo cosa c'entrano?"
"Milady Valorian, ci sto arrivando. Quel popolo non è così letale come i cacciatori dicono. Si tratta di una razza…. molto particolare. I loro membri sembrano piuttosto portati al dialogo e non vedono l'ora di conoscerci meglio"
"E questo come lo sapete?"
"Semplice Conte Sorosh. Adesso faccio quadrare il cerchio. Re e Regina di Ao ci hanno concesso di usufruire di una villa ai margini della vecchia Nerfin. Non possiamo andarci tutti, ma la villa è abbastanza calda e pronta ad ospitare circa un centinaio di noi. Organizzeremo quindi una cena con questo popolo e discuteremo i termini della migrazione li. Per rispondere al Conte: conosciamo questo popolo perchè Zildjan e Livicius hanno incontrato alcuni di loro qualche giorno fa per proporre la cosa. E tutto questo è accaduto grazie alla Regina e al Re di Ao."
"Questo è davvero interessante. Ma non mi piace che si facciano i conti senza l'oste. Potevate avvertirci prima."
"Edeenia, perdonateci, ma come potete immaginare le Corporazioni lavorano per il bene di tutti. Abbiamo pensato che prima di proporre qualcosa avremmo dovuto calcare per bene la strada, proprio per evitare troppe sorprese. Naturlamente la decisione spetta a voi. Noi abbiamo ritenuto di lavorare per il bene comune, speriamo di non avervi offeso."
"Capisco le vostre buone intenzioni. Per quanto mi riguarda sono d'accordo nell'incontrare questo popolo. Tuttavia mi trovo in accordo anche con Edeenia: in futuro cerchiamo di non tenerci all'oscuro nulla gli uni agli altri. Dobbiamo tornare a casa."
"Certamente mia cara. Avremo modo di discutere a lungo.

Miniere di Nerfin. Riunione tra nobili e Anziani Corporativi