19° giorno, 4° mese, 2010 Dopo la Caduta

"Mi sembra azzardato e controproducente.
"Io non direi. Se devo valutare la situazione a mente fredda, non posso che concordare con Zildjan"
"Continuo a dissentire comunque. Nonostante mi stiate dicendo di aver commisurato ogni fattore ritengo la mossa poco stabile. Stiamo cercando di perpetrare le tradizioni nonostante la situazione terribile. Destabilizzeremmo troppo il sottile equilibrio."
"Mi spiace contraddirti Livicius, ma non capisci perchè non vuoi ascoltare. Se cadiamo qui, quale tradizione vuoi perpetrare? Fidati, questo è l'unico modo per dare un concreto aiuto e salvaguardare ciò che siamo. Inoltre beh, marginalmente ci sarebbe un ritorno in termini di… popolarità…".
"Livicius, non saresti più sicuro in battaglia se dovessi guidare un esercito ben preparato? Ricordati che è questo che siamo ora. Un esercito che va alla battaglia"
"Ma che domande. Certo che sarei più sicuro. Ma non cambio la mia opinione. Come al solito mi adeguerò al volere della maggioranza."
"Bene! Tyler, prepara l'invito alla riunione di stasera per tutti gli Anziani. Scrivi:
Venerabili membri del Consiglio Anziano delle Corporazioni unite, è richiesta la vostra rispettabile presenza per questa sera, presso l'accampamento centrale, per rispondere di decisioni importanti. Verrà discussa e messa ai voti la possibilità di liberalizzare le conoscenze accademiche insegnate nelle palestre corporative in modo che chiunque possa perpetrarne l'insegnamento e l'apprendimento, senza limitazioni.
Firma e poni il sigillo"
"Siamo certi di volerlo fare allora?"
"Si, fino in fondo. Stasera decideremo"

Dialogo tra Livicius Bonifanti, Lucius Qudrigentum, Zildjan e altri Anziani Corporativi