27° giorno, 4° mese, 2010 Dopo la Caduta

Si levano al cielo grida di gioia, di giubilo e di incitamento.
Siamo arrivati alla Foresta dei Tuiadri.
Abbiamo fatto qualcosa di incredibile, affrontando la prova più dura e letale che l'intero reame Incantato abbia mai visto.
Siamo sopravvissuti ad un viaggio infernale, vessati dalla morte, dai pericoli e dalla frustrazione.
Ma siamo vivi.
Molti di noi non ce l'hanno fatta. Sono in tanti ad essere rimasti la, sotto la neve. Ce l'abbiamo fatta anche grazie a loro. Ovunque voi siate, compagni perduti, non smetteremo mai di ricordare il vostro eroismo. Racconteremo la storia ai nostri figli. Nessuno vi dimenticherà. Grazie fratelli.
E' incredibile quanto adesso senta la stanchezza e le privazioni di questa odissea.
Ed è altrettanto incredibile ciò che hanno fatto i Tuiadri per noi. Hanno preparato una grande zona dove ospitare l'accampamento principale, edificando baracche, recinti e strutture ad uso comune. Ci hanno accolto come fratelli, portandoci cibo e doni. Il loro sorriso ha illuminato i nostri cuori diventati duri come l'acciaio, ma siamo fieri di essere ancora in grado di commuoverci per un gesto gentile e sentito.
Il calore è dolce e accarezza la pelle. Molti piangono dalla gioia, altri per il dolore delle perdite che adesso li attanaglia, finalmente liberi di dar sfogo a tutta la frustrazione a alla rabbia.
Ma siamo vivi, ora lo siamo per davvero.
I Tuiadri hanno invitato alcune delegazioni delle armate nel centro della foresta, per collaborare secondo gli accordi. Da qui inizierà la nostra riscossa.

Pensieri di Andreios, soldato di Ran