10° giorno, 7° mese, 2010 Dopo la Caduta

"Quindi cos'hai mente Diomede?"
"Nulla che non ti abbia già detto. E' di vitale importanza conoscere la nostra posizione rispetto al reame."
"Persino Cole non ci sta capendo nulla, o meglio, finchè era qui con Noi. Sono mesi che non abbiamo notizie."
"Cole ha seguito una pista, lo sai che è via per conto delle Corporazioni."
"I Cacciatori avevano un mappa di queste zone, o almeno così mi disse Benoit. Ritengo che sia difficile ora potervi parlare. La questione del suo allievo sbudellato l'ha fatto un po' alterare.."
"Dovremo discutere col Consiglio Riunito delle Armate. Occorre ripristinare il rapporto coi Cacciatori di Bestie e chiedergli di poter consultare la loro mappa. Forse potrebbe nascondere indicazioni rivelatrici".
"Si concordo. Scusa se cambio discorso, ma Alexander ha capito qualcosa di quella porta delle rovine? "
"Si, ha capito che non può essere aperta ne da magia, ne da mani esperte. Sembra che sia intrisa di una magia molto potente e che possa essere aperta solo con un chiave"
"Uhm.. trovarla questa chiave… potrebbe essere andata perduta da secoli."
"Si, ma credo che Alexander si stia muovendo per farla trovare. Non ama porte chiuse, specialmente se dietro una di esse possa nascondersi un qualche tesoro….."

Diomede e Lucius Quadrigentum dialogano all'alba