7° giorno, 10° mese, 2010 Dopo la Caduta

"Non capisco l'esigenza di doversi muovere così improvvisamente.
"Credo che il viaggio a Ghilt serva un po' a tutti. I nobili e il concilio potranno discutere in pace lontano dalle distrazioni quotidiane. I problemi di gestione di un intero popolo nomade non è affare da poco."
"Ma che fanno? Una vacanza'"
"Ma no incapace! In questi giorni valuteranno di persona le condizioni di Ghilt. Credo che muoversi in prima persona stemperi anche i delicati equilibri coi sudditi e il resto del popolo. Insomma, se il popolo vede che a sporcarsi le mani sono in primis i nobili e il concilio, si calmerebbe. Tra l'altro questa atmosfera di tensione non aiuta il radunarsi del concilio. Sono troppe le richieste di udienza e troppi problemi da risolvere."
"Ora è chiaro. Tra l'altro sono molte le voci che girano. Sono tutti molto stanchi mentalmente, oltre che fisicamente. L'idea di levare nuovamente le tende per intraprendere un nuovo esodo piace veramente a pochi."
" Lo so. Valuterà il concilio sul dafarsi. Speriamo che scelgano con saggezza."
"Finora l'han fatto."
"Io sono d'accordo, ma la gente comune non la vede sempre così."

Dialogo tra due miliziani di guardia al portale. Bosco dei Tuiadri