27° giorno, 5° mese, 2011 Dopo la Caduta

 

La luna illumninava la collina, creando un gioco di ombre danzanti.
Una figura, ammantata di scuro, era seduta con le gambe incrociate. Le mani, appoggiate alle ginocchia, in posizione di meditazione.
La sua pelle rifletteva lievemente la luce lunare.
I suoi occhi chiusi si aprirono di scatto, quando una seconda figura, silenziosa, sapparve dinnanzi a lui.
"Ti aspettavo."
La seconda figura accennò un sorriso, tra l'infastidito e il sorpreso.
"Sai perchè sono qui, vero? Mi hai profondamente deluso. Ora ti rammenterò il tuo ruolo in tutto questo." Puntò dritto il bastone contro di lui.
Ma nulla.
La prima figura si alzò. Toccava a lui sorridere ora. Ma il suo era un vero e proprio ghigno di soddisfazione.
"No, mio ex signore. Ora sono io il maestro. Non tu. Non hai più potere su di me, perchè Egli ti ha abbandonato, così come tutti noi. Ed Ella…. Ella è con me. Tu hai ancora il potere di accedere al Mayerth'Nah. Ma sono io che ne porto le veci e ne verifico il transito. Tu hai ancora un compito su questo mondo. Vai e portalo a termine. Ella ti concederà un posto al suo finaco, poichè l'hai servita bene. Ma solo quando la tua esistenza sarà finita."
"Tu osi dire a me quello che devo fare? Ho sbagliato con te. Credevo che fossi diverso. Invece sei il solito opportunista che appenna assaggia il potere, crede di poter comandare."
"Ti sbagli ancora una volta. Più di tutti io conosco il mio posto, ricorda con chi stai parlando Vlad! Tutto sta cambiando e so che lo percepisci, così come io. Ognuno di noi deve svolgere il proprio compito. Fino alla fine, capisci? Io e te, Vlad, siamo due lati della stessa medaglia. Lo sai: Tu sei e resterai il suo prediletto. Ma io incarno il rinnovamento, la scelta… anche se io non ne ho."
"Sei diventato saggio mio ex allievo. Riconosco la verità quando me la trovo davanti. Sei cresciuto e mi hai superato nel compito. Lo accetto. Ma ho bisogno di te adesso. Non posso obbligarti, quindi te lo chiedo da amico. Devi venire con me a Talos."
"Questo lo posso fare.
Ven Vlad, verrò con te, m a solo per poco. Il vento sta cambiando nuovamente e devo tracciare la nuova rotta."

Dialogo tra una figura e Ven Vlad. Margini di Dareinòs, Impero di Ghilt.