15° giorno, 7° mese, 2011 Dopo la Caduta

Due figure nella notte, ai margini degli accampamenti

– Signora, ho saputo che avete bisogno dei miei servizi, io…-
– non mi interessa il tuo nome, questo è il denaro…è sufficiente?-
– mia signora… se è un "caso" difficile..-
– sono io –
– …-
– vediamo di non farla tanto lunga..non sono così difficile da ammazzare, se sono consenziente ovvio –
– … capisco, si… si è sufficente, sarebbe stata sufficente qualsiasi cosa del resto..ma.. –
– tutto si sta sgretolando…mi è insopportabile andare in luogo dove il padre non sarà con me…
l'imperatore non da segno di vita da tempo,
tutto ciò in cui ho creduto si sta sgretolando assieme alle montagne,
tutto quello che ho vissuto sta per diventare solo un ricordo, ad uno ad uno moriranno…
ma io vivrò più a lungo diventando solo memoria di un mondo che non esiste più..
io e la mia fede….i miei fratelli hanno fallito, ed io con loro.. –
– mia signora…volete che dica qualcosa ai vostri ? –
– fate avere questo anello a Raven, in qualche modo, o da altri, non importa.. egli capirà, e ditegli che è stato un onore per me conoscere tutti loro, nel bene e nel male –

Una delle due figure si voltò a contemplare la luna, ed una scheggia lucente, una falce d'argento, un lampo colpì la notte..ed ella cadde.
Una voce di femminile pronunciò in un soffio triste ed esausto le sue ultime parole…Lode a Crondor.

Voci nella notte all'accampamento dell'armata di Altarupe