30° giorno, 1° mese, 2012 dopo la Caduta

 

"L’uomo dal portamento marziale stava soppesando una grande lama fra le mani, apparentemente intento a rilevarne eventuali imperfezioni.
Tuttavia, il sairax sapeva bene che era tutta una messinscena per giungere al punto della conversazione, e quindi esordì:
“Come ti chiami, uomo”
“Il mio nome è Skorpio…ottima spada, Cloude”
“Ti ringrazio. Tuttavia non ho ancora capito che diavolo ci fa uno come te fra i popolani…”
Il visitatore poggiò delicatamente la lama sull’incudine e, sorridendo, rivolse la sua totale attenzione al sairax:
“Andrò direttamente al sodo allora: Le vostre risorse, umane e non, in materia di “risoluzione dei problemi” sono…fallibili.
Il mio superiore vi offre un’alternativa: noi !”
Il sairax aggrottò le sopracciglia e per un lungo istante fu combattuto se ascoltarlo o prendere la spada e aprirlo in due. Poi imponendosi la calma continuò:
“E perché mai dovremmo rivolgerci a voi…non ci servono i vostri presunti infallibili servizi”
A quelle parole, l’uomo parve sinceramente sorpreso.
“Vuoi forse dirmi che non sapete? Non siete a conoscenza di ciò che è accaduto a Talos?”