1° giorno, 2° mese, 2012 dopo la Caduta

 

Ulrich entrò nella tenda nera e vide l’uomo al suo interno, chino su una pergamena ed intento ad osservare una lista.
Nomi…fazioni…compagnie…il timbro dell’esercito Ghiltiano…e il suo stesso nome!
Dopo qualche istante, decise che era giunto il momento di attirare l’attenzione su di sé e si schiarì la gola. L’uomo con la pergamena sollevò lo sguardo e sorrise al Centurione.
“Ecco le lettere di risposta”
“Vi ringrazio infinitamente. In questi tempi duri, per me è di vitale importanza confrontarmi con una persona come voi…”
Sir Ulrich strinse involontariamente la mano sull’elsa della spada.
“Che intendete dire?”
“Intendo dire che, un tempo, avrei risolto questo problema alla mia maniera…ma grazie a voi, ho modo di riflettere, confrontare le mie idee con le vostre e di scegliere la migliore strategia, nell’interesse comune”
“Capisco…Posso sapere perché c’è il mio nome su quella lista?”
Il Gran Maestro fissò dritto negli occhi il Centurione e vide solo la determinazione e il profondo senso dell’onore.
“Credo sappiate già la risposta, anziano” rispose annuendo e un lieve sorriso di approvazione apparve sul suo volto.


All’interno di una piccola tenda