24° giorno, 9° mese, 2012 dopo la Caduta

il calore del sole è un ricordo quasi lontano in questi giorni di pioggia ma il Mercenario sembra quasi soddisfatto di ciò.
Il respiro è regoalre regolare, mentre un nuovo fendente viene menato al vento.
In distanza un gruppo di uomini lentamente si avvicinano verso di lui, un ennesimo colpo, ma questa volta destinato ad una pianta per conficcare lo spadone in profondità nel legno.
La mancina va ad alzare la visiera dell’elmo, piccoli rivoli di sudore che solcano il suo viso < gli esploratori sono tornati?> una della figure accenna un si con la testa < bene, vedrò di procurarmi qualche uomo e andremo a stanare quei maledetti, se gli eroi non mi vorranno aiutare li pagherò… sembrano che una delle poche cose a cui tengono veramente sia il denaro>