25° giorno, 9° mese, 2012 dopo la Caduta

"Mi ha chiamato signore?"
"Si… ho un compito da affidarti"
"Si mio Signore"
"Prendi questo pugnale e cerca qualcuno delle famiglie che mi hanno abbandonato nel momento del bisogno.
Un erede, un primogenito, una carica importante, qualcuno della progenie di quei traditori."
"Li devo uccidere signore?"
"No… troppo semplice… io ho sofferto a lungo in quel luogo maledetto e non ho motivi per avere pietà di chi mi ha tradito… Recidi loro le orecchie… che sia evidente il marchio che li disonora ai miei occhi."
"Ma signore… se curate, le orecchie, ritorneranno normali"
"No, mio fedele amico, no. Non con questo pugnale…."
"…"
"Vai ora, affrettati, so che non fallirai."
"No Signore, non fallirò."