31° giorno, 1° mese, 2013 Dopo la Caduta

I ramacian stavano tornando da una battuta di caccia quando si fermarono impietriti.
Nella radura di fronte a loro una folla enorme di guerrieri poggiava un ginocchio a terra, in segno di rispetto a quella che sembrava essere la vincitrice di un duro combattimento.
La ramacian al centro della radura aveva la pelliccia candida macchiata di sangue mentre a terra stava ancora rantolando un possente combattente, con la gola squarciata.
La guida indigena del gruppetto di cacciatori cominciò ad emettere rumori gutturali bassi e continui, mentre tutti i muscoli, tesi, fremevano visibilmente. Dopo pochi attimi si inginocchiò a terra e si unì alle voci che si alzavano dalla radura.
Improvvisamente si girò di scatto verso i ramacian ancora in piedi e il suo sguardo non lasciava promettere niente di buono…