1° giorno, 2° mese, 2013 Dopo la Caduta

Le tre inquietanti figure che si stagliavano sul piccolo porticciolo di legno avrebbero terrorizzato chiunque, i lunghi artigli fremevano mentre il contatto telepatico con i Kritek lontani, al sicuro, si manteneva solido.
“Proteggere.. il piccolo amico”
“Proteggere… Distruggere il nemico…”
“Proteggere.”
Le vele nere continuavano ad ingrandirsi con l’avvicinarsi alla costa.
I tre Vragozar erano immobili, in attesa di poter adempiere al loro incarico.
“Proteggere.”
“Proteggere.”
“Proteggere.”
Sulla prua della nave due sagome scure ricambiavano la posizione di sfida, per nulla intimorite, il viso coperto da una maschera nera, i capelli corvini mossi dal vento e la lunga lancia tesa verso il bersaglio.