13° giorno, 2° mese, 2013 Dopo la Caduta

La preghiera al Primo perché concedesse i poteri del figlio, non era andata benissimo.
Il chierico si risvegliò poco dopo completamente riverso sul pavimento gelido e con un forte mal di testa.
Non gli sembrava di aver detto niente di diverso o di essere stato irrispettoso o di non aver onorato anche la figura del Padre nelle preghiere.
Si rialzò ancora dolorante e si diresse verso le cucine, per cercare qualcosa di caldo. Passando davanti alla stanza dei Crondoriani non resistette a dare una sbirciatina, le loro preghiere mattutine erano sempre… interessanti.
Quattro chierici, vestiti di nero e ancora con il pugnale in mano erano sdraiati a terra, proni.
Con fare distratto, il fedele Teldoniano oltrepassò la porta, facendo finta di non averli notati e bisbigliò tra se e se, come stesse ancora pregando: “Andiamo bene…”