24° giorno, 4° mese, 2013 Dopo la Caduta

Il giovane aspirante ambasciatore stava eseguendo alla lettera i suoi ordini, Azul sarebbe stata fiera di lui.

Non era preoccupato di non riconoscere i Krunn, non si poteva avere dubbi, le maschere, i segni sul viso, le piume di corvo, i vestiti completamente neri, non poteva sbagliare.Il Portale si era aperto vicino ad un piccolo insediamento di quegli invasori, a circa una settimana di cammino dal luogo del raduno, avrebbe stabilito un rapporto con loro, ne era sicuro, e sarebbe andato al luogo dell’incontro, senza ripassare per il portale che lo aveva condotto lì. Per tornare a casa poi, si sarebbe arrangiato in qualche modo, del resto era convinto che il successo della sua missione lo avrebbe reso un leviatanide importante, agli occhi della sua razza, di tutte la razze e degli eroi. Si, ne era certo.

Rimase un po’ ad osservare il villaggio, le case rimaste in piedi erano sicuramente di fattura Kritek ma si vedeva chiaramente una intensa attività, di diversi tipi di questi Krunn, difficile capire però le loro funzioni.
En’Rihnn si fece coraggio, uscì dal proprio nascondiglio, si accertò che fosse bene in vista, sia lui che la bandiera bianca che aveva appena srotolato e legata ad un lungo ramo.
Fece alcuni respiri profondi e appena vide che dal villaggio stavano indicando la sua posizione scese lentamente e con le mani ben in vista verso di loro.
 
Territorio Kritek, occupato dai Krunn