23° giorno, 9° mese, 2013 dopo la caduta

 All’interno della Biblioteca:

La reillond della casta dell’acqua era evidentemente triste, ma nulla le avrebbe impedito di adempiere al suo piccolo rito mattutino.
Si avvicinò all’acqua e lentamente aprì il suo diario, dove appuntava note sui suoi rituali e piccole invocazioni di ringraziamento all’elemento a cui era tanto legata.
La pagina a cui si era aperto il diario era un racconto, un po’ triste forse, ma adatto al suo umore, era la storia di un piccolo reillond affidato alle acque e allontanato alla sua famiglia e alla sua terra.
Si sistemò sulla riva del canale, si rilassò, prese fiato e raccontò la storia alle piccole onde,  immaginando che raggiungessero il piccolo, mentre navigava verso il mare, portandogli conforto.