I Doni

Le due figure sedute su una piccola panca di legno in mezzo allo splendido giardino del palazzo sembrava parlassero del più e del meno… ad orecchi poco attenti, però.

“…e ti dico che questi cambiamenti saranno un problema enorme da affrontare e non sono certo pochi. Variazioni delle abilità, la gestione delle resurrezioni, le gemme di Rhi-Spon appena scoperte, e poi.. il loro ‘problema’ principale, le divinità.”
“Eh si, in effetti non è cosa da poco, tra l’altro sta creando problemi anche a noi, ci sono ambasciate a proposito particolarmente preoccupanti.”
“Vero, vero. Comunque, tornado a ‘loro’, i chierici di, almeno, due divinità è presumibile che perderanno il dono. Potrebbero fare come già fatto in precedenza, i Poteri della Vita permettono di eliminare le vecchie conoscenze e instillarne di nuove.”
“Già.. peccato che lo sapesse fare solo il Vecchio Moscone.”
“Mmm, credo che anche Grom ne sia capace”
“Grom? non credo farebbe mai una cosa del genere, i suoi interessi sono altri, lo sai che non è certo sotto la nostra autorità.”
“Si, però sappiamo che sta cercando di sistemare della cose, non ho ben capito, sia con gli orchi che con i Poteri, mandiamogli un aiuto, vediamo se in qualche modo riusciamo ad ammorbidirlo.”
“Ah Ah, ammorbidire Grom? Forse non stiamo parlando dello stesso orco, ma comunque possiamo tentare.”