Il Lupo, la statua e le libagioni

I due contadini stavano tornando dai campi quando videro un gruppo di persone intente a commentare un messaggio affisso dal Duca:

“12° giorno 3° mese 2014 Dopo la Caduta
A tutte le genti appartenenti al Ducato di Talos,
Di conseguenza alla decisione presa all’ultima riunione talosiana e in accordo con il Duca Tornis Spadonis, si comunica che:
Gaetano da Mona, Tesoriere di Talos, organizza una gara di arte scultorea per cercare l’artista più talentuoso, colui che con le sue arti e la sua maestria riuscirà a ricreare nella pietra lo spirito del clan dei Lupi di Talos.
La statua dovrà essere una degna rappresentazione artistica di un lupo e dei valori che guidano il clan, come la fratellanza, l’orgoglio e lo spirito di determinazione.
I progetti dovranno essere presentati, entro quindici giorni dall’affissione del bando, al tesoriere Gaetano da Mona e verranno visionati e giudicati dal Duca Tornis Spadonis.
Il vincitore avrà l’onore di vedere la propria opera esposta in uno dei più importanti crocevia della nascente città di Rhal. Gli verrà corrisposto un degno pagamento per l’opera prestata.
Affiancherà il Duca di Talos durante le libagioni che verranno organizzate per l’inaugurazione e la posa della statua. Il suo nome verrà scritto nella storia talosiana.

il Tesoriere del Ducato di Talos
Gaetano da Mona”

Rahl