Xhulas

Il vecchio portuale si sedette stancamente presso uno scalino di pietra all’imboccatura della grande strada che, partendo dal porto, arrivava fino alla città dividendola letteralmente in due, prese un’anfora di terracotta da una sacca di tela, ne bevve due sorsi di buon vino e aspettò pazientemente.
Vi era un grande brulicare indaffarato lungo la grande via, carrettieri che imprecavano contro i pedoni, portuali e marinai carichi di merci che si mischiavano a uomini e donne elegantemente vestiti con tuniche dai molti colori mentre i gabbiani, con il loro stridio, tagliavano il cielo.
Niente faceva presuppore lo spettacolo che sarebbe apparso.
Il vecchio bevve un altro sorso e poi un sorriso apparve sul volto abbronzato e rugoso: il Sole aveva raggiunto il punto esatto, poco sopra l’orizzonte, e aveva inondato della sua luce tutta la grande via. L’imponente colonnato ai lati della strada prese a colorarsi di colori caldi, mentre un fiume di luce indorava le pietre candide che lastricavano la strada. In breve l’intera via si colorò di tonalità d’oro, splendenti, mentre alcuni fasci di luce facevano brillare allegramente le minuscole particelle di polvere che si libravano nell’aria.
Non c’era più nessuno.
Solo un grande, rispettoso silenzio nella contemplazione dello spettacolo della Via d’Oro.
Perché quello non era una semplice via che si colorava al tramonto, era qualcosa di più, era un fatto inspiegabile, era uno spettacolo che colpiva nell’animo, nel profondo. Non erano semplici raggi che illuminavano una strada, era Oro puro che trasfigurava un semplice manufatto Umano.
Il vecchio lo sapeva bene e sorrise nel vedere alcuni stranieri dalla pelle scura guardare imbambolati uno spettacolo a cui non erano preparati.
Una mano gentile toccò la spalla del vecchio.
“Vieni, Diogene- lo chiamò il suo datore di lavoro- Sta arrivando un’altra nave”
Il vecchio ripose l’anfora nella sacca e si alzò. I carri e gli operai ripresero ad affollare la Via, uomini discutevano e trattavano affari e il sole calò.
Solo un gruppo di Uomini dalla pelle nere e le vesti bianche rimase immobile.

La Via d’Oro, presso il porto di Xhulas